Smaltite le vacanze di Pasqua, da martedì i rossoneri tornano al lavoro, per preparare la difficile trasferta di Correggio. E’ ormai archiviato il pareggio interno col Mezzolara per 2 a 2, che da una parte ha visto una grande prova di carattere dei valdardesi, bravi a recuperare lo svantaggio nonostante l’inferiorità numerica, ma dall’altra ha lasciato il rammarico di una partita che, se vinta, poteva dare un’importante boccata d’ossigeno alla classifica.

La Correggese, reduce dalla bruciante sconfitta per 3 a 0 contro la Sangiovannese, oggi rappresenta sicuramente un cliente scomodo per fare dei punti, soprattutto tra le mura amiche. Quinta forza del campionato, con 52 punti e secondo attacco più prolifico del torneo, con il suo centroavanti Sciamanna capocannoniere con 23 gol.

All’andata fini 2 a 1 per i reggiani, ma domenica sarà diversa. La fame di punti salvezza del Fiorenzuola dovrà spingere i ragazzi di Mister Ciceri ad una prestazione superlativa, perché questa volata playout non ammette errori. Col Mezzolara è stato dimostrato che i rossoneri sanno soffrire e non mollare fino alla fine. Dovrà essere così anche domenica e magari, con un pizzico di fortuna, il Fiorenzuola potrebbe anche tornare da Correggio con i tre punti.