Storia del tifo organizzato a Fiorenzuola

 

Il primo nucleo di tifo organizzato allo Stadio Comunale appare sul finire degli anni ’70, nel campionato di Promozione e viene denominato i “Gessari”, dal quartiere popolare della Gerassa, da dove provenivano la maggior parte dei suoi componenti. Nella stagione 1984/85, con la squadra che milita in Interregionale, compare per la prima volta sugli spalti della gradinata lo striscione “Ultrà Fiore”, in occasione della gara casalinga contro il Sant’Angelo e la domenica successiva in trasferta contro l’Orcetana. Tuttavia il gruppo si scioglie a fine stagione. Bisognerà attendere il 1990, sul finire del campionato che porterà il Fiorenzuola in C2, per vedere la comparsa del primo vero gruppo ultras al seguito della squadra. Sono “I Giovani del Fiore”, che dalla trasferta di Albenga, inizieranno a seguire e sostenere la squadra del proprio paese, ovunque essa giochi. Negli anni della Serie C, gli “Ultrà Fiore” diventano l’unico gruppo di tifo organizzato del Fiorenzuola, riconoscibili ovunque per esporre uno striscione nero con la scritta rossa, bordata di bianco, con al centro l’immagine dello Zio Sam ed il suo indice puntato ad esclamare “Dai vieni anche tu con noi, segui il Fiore, segui la squadra del tuo paese!”. Con la promozione in Serie C1 il gruppo cambia nome in Rusty Nails, prendendo spunto dal cocktail più bevuto in quegli anni, e presto diventa conosciuto nel panorama ultras italiano. Con la retrocessione in C2 il gruppo viene sciolto. 

 Coreografie allo Stadio Comunale